Il motto dell’Unione europea è “Uniti nella diversità” 

I valori che tutti gli Stati membri dovrebbero condividere sono: dignità umana, democrazia, stato di diritto e rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo

Solidarietà in tempo di necessità

Un quarto dei cittadini europei ha almeno un membro della propria famiglia nato al di fuori dell’Unione europea. Quasi la metà dei cittadini europei ha almeno un nonno nato da qualche altra parte del pianeta. Il contributo degli immigrati è tangibile in tutti gli aspetti della vita europea, ad esempio nella religione, nella politica, nel business, nelle arti, nell’educazione e sempre più, anche nello sport e nell’intrattenimento. Non vi sono nazioni europee che non sono state influenzate e modellate dalle azioni degli immigrati.
Gli immigrati sono stati menti e braccia di importanti scoperte e hanno contribuito a creare alcune delle società europee più innovative e rappresentative del Continente. Gli immigrati sono tra i migliori imprenditori d’Europa, politici, artisti e filantropi. L’esperienza e l’energia di popoli che cercano di raggiungere l’Europa per cercare migliori opportunità di vita per loro stessi e per i loro figli – conseguire pace e prosperità – sono fonte di potenziale sviluppo economico, sociale e politico per l’Unione europea.
Per decenni, una stabile politica migratoria aveva validato i principi di accoglienza di nuovi immigrati, fornendo un alloggio a coloro che richiedevano protezione. Allo stesso tempo, l’Unione europea ha evidenziato l’importanza di proteggersi da coloro che potrebbero ferirla e per ciò ha innalzato il numero di controlli su persone e popoli che intendono varcare i suoi confini esterni. “Abbiamo chiuso la Rotta Balcanica” ha detto Donald Tusk, Presidente della Commissione europea il 3 Febbraio scorso, “ora possiamo focalizzarci nel fermare gli arrivi provenienti dalla Libia”. Quel giorno in LaValletta – Malta – i leader europei hanno firmato un accordo che rappresenta il primo tassello di una politica migratoria molto più ampia: il Migration Compact.

Questa politica inficerà sulle norme alla base dei flussi in entrata verso l’Unione, sul corretto funzionamento dell’area di libera circolazione (Schengen), nonché danneggerà le società e l’economia europea in generale. Di fatto, il Migration Compact mette a dura prova la capacità delle imprese europee di attrarre talenti provenienti da paesi terzi, aumentando le difficoltà per l’economia comunitaria di competere sui mercati internazionali.
Il tremento impatto dell’attuale ondata migratoria verso l’Unione europea non è un evento fortuito. Interi popoli decidono di lasciare la loro casa per viaggiare verso terre sconosciute dove avere l’opportunità di ricominciare una nuova vita. Meritano tutto il nostro rispetto e le nostre attenzioni. La determinazione, creatività e perseveranza dei migranti sono alcuni esempi di capacità e attitudini che tutti i cittadini europei dovrebbero possedere e sviluppare.

 

Is this the real life? Is this just fantasy? Caught in a landslide, No escape from reality. Open your eyes, Look up to the skies and see, I’m just a poor boy, I need no sympathy, Because I’m easy come, easy go, Little high, little low, Any way the wind blows doesn’t really matter to me, to me
Queen | Bohemian Rhapsody

 

L’Unione europea è la destinazione finale per molti popoli che fuggono da condizioni di vita che non rispettano i diritti fondamentali dell’uomo e che impediscono, di fatto, l’applicazione – per questi popoli – del loro diritto di autodeterminazione. L’integrazione economica e sociale è una delle priorità politiche delle istituzioni europee. Vi è la necessità di fornire ai migranti strumenti che possano supportarli nello sviluppare attitudini e competenze pregresse, oltre ad acquisire nuove nozioni e conoscenze. La consapevolezza e la conoscenza dell’ambiente circostante, dei loro diritti e doveri, dei servizi disponibili e delle opportunità presenti porterà i migranti a conseguire un’indipendenza economica, condizione necessaria affinché possano generare ulteriore valore per le comunità ospitanti.
Il percorso di emancipazione dei migranti deve includere l’imprenditoria, attitudine che favorisce l’interazione, l’integrazione e lo sviluppo di nuove opportunità personali e collettive.

La sfida migratoria può pertanto essere trasformata in una grande opportunità, semplicemente perché l’imprenditoria immigrata rappresenta una fonte di talento non sfruttata – perché mai interpellata. Nell’Unione europea oltre 2 milioni di persone, 6,8% degli imprenditori autonomi totali sono nati fuori dai confini dello stato in cui risiedono, mentre 47% di questi sono nati al di fuori dei confini dell’Unione stessa. Per di più, vi sono diverse ricerche che dimostrano come in media, paragonati ai cittadini europei, gli immigrati sono più propensi nel creare – nel tempo – la loro attività imprenditoriale e di conseguenza, generare opportunità lavorative anche per i cittadini europei.

 

Benvenuto in Mygrants! Siamo molto più di una semplice piattaforma educativa

Mygrants è una filosofia, uno stile di vita, un modo di essere. Sei nato Mygrant o semplicemente non lo sei. A volte perdiamo la rotta, è vero. Tuttavia, non appena si presenta un’opportunità, la cogliamo. Siamo nati per questo. Siamo pronti a morire per questo

Mygrants | Laddove non vi è una rotta, ce ne creiamo una

 

La Community Mygrants promuove l’educazione “non formale” in generale e più precisamente, promuove la formazione gratuita digitale (FDL). Per questo Mygrants è uno strumento digitale innovativo (canale “non formale”) che eroga contenuti puramente formali (prodotti da enti di formazione autorevoli quali Università e Centri di Ricerca, Spin-off Universitarie, Fondazioni, etc.) con l’intento di offrire all’immigrato una migliore espereienza formativa perché ri-modulabile secondo le specifiche necessità di ogni singolo profilo attitudinale, in tempo reale!
I temi erogati mediante l’esperienza formativa online sono i seguenti:

1) INFORMAZIONI SU DIRITTO & ASILO
_ Diritto internazionale e diritti fondamentali dell’uomo
_ Trattati dell’Unione europea
_ Sistema europeo di asilo & Hotspot
_ Sistema di protezione internazionale per richiedenti asilo e rifugiati
_ Titoli di viaggio e documenti per la mobilità

2) SFIDE SOCIALI
_ Il diritto alla salute
_ Libero accesso all’acqua potabile
_ Libero accesso al cibo
_ Libero accesso all’educazione
_ Eroi sociali del terzo millennio

3) IMPRENDITORIA (Grants)
_ Identificare le opportunità
_ Saper valutare le idee
_ Pianificare le attività con lungimiranza
_ Dotarsi delle risorse necessarie
_ Prendere l’iniziativa

Ad oggi, eroghiamo i nostri servizi a più di 23’000 immigrati collocati in tutta Italia, dalla Sicilia al Piemonte. Grazie alla sua Comunità, Mygrants offre anche supporto per lo svolgimento di corsi formativi formali erogati da enti di formazione quali Università e Centri di Ricerca, Spin-off Universitarie, Fondazioni, Centri per l’impiego, Agenzie interinali, etc. Nella nostra Comunità ci sono anche tante donne e moltissimi minori non accompagnati.

Siamo pionieri nell’era dell’educazione “non-formale” e oggi, siamo focalizzati a individuare varie soluzioni innovative (formali e informali) ai tanti problemi che gli immigrati affrontano ogni giorno durante il loro lungo viaggio verso casa.
Per indurre i governi a modificare le attuali norme sull’immigrazione e rispettare i diritti fondamentali dell’uomo e del migrante, abbiamo bisogno del supporto di tutte quelle organizzazioni, formali e non, digitali e non, che come noi – credono che per preservare l’integrità della razza umana sia necessario prima “informarla, formarla, supportarla”.

Mygrants genera opportunità in contesti di avversità! Voi?

Aut viam imveniam aut faciam | I will either find a way or make mine